Roseto, imposta di soggiorno, stesse tariffe ma per meno mesi

Il comune costiero di Roseto degli Abruzzi ha concordato, con le associazioni turistiche presenti nell’ultima riunione, il prospetto delle tariffe per l’imposta di soggiorno 2019,

Stessi importi dello scorso anno con la sola differenza della divisione dei villaggi turistici per tipologia di “stelle”. La novità più importante, rispetto allo scorso anno, riguarda il periodo dell’applicazione dell’imposta che è stato ridotto a 3 mesi, dal 1° giugno al 31 agosto 2019 anziché i 6 mesi del 2018.

Imposta che va dai 2 euro a persona per ogni pernottamento per gli hotel e villaggi turistici a 5 stelle agli 80 centesimi per hotel e villaggi turistici a 1 stella, agriturismi, bed and breakfast e affittacamere, mentre per tutte le altre tipologie di strutture, tranne per hotel e villaggi turistici a 4 stelle a 1 euro e 50, la tariffa sarà di 1 euro. Il numero dei pernottamenti massimi per il pagamento, ovvero 10 per tutte le tipologie di strutture (mentre nel 2018 nei campeggi e villaggi turistici era di 15), e l’istituzione di un tavolo di concertazione, presieduto dal sindaco e formato da rappresentanti dell’amministrazione comunale e delle associazioni turistiche, su come destinare gli introiti per la promozione turistica della città. Restano invariate le esenzioni e tutti gli altri aspetti.

https://www.youtube.com/watch?v=n22W1mtVdPw

Sii il primo a commentare su "Roseto, imposta di soggiorno, stesse tariffe ma per meno mesi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*