Roseto: Fumogeno al palasport

Roseto: Fumogeno al palasport sabato pomeriggio in occasione della gara di basket tra Mc Energy Roseto e Trieste. Un atto isolato che poteva avere conseguenze gravi e che ha indignato l’intera tifoseria biancazzurra.

A metà circa del terzo quarto, alcuni teppisti hanno acceso un fumogeno nel sottopassaggio che porta alla Curva Nord, inondando n breve tempo l’intera struttura di fumo e costringendo gli arbitri a sospendere la partita per diversi minuti. Un gesto inqualificabile denunciato, in  una nota, dalla società del Roseto Basket :

“Si resta in attesa della sentenza del Giudice sportivo, ma quel che è certo è che società, staff, squadra e tifosi (quelli veri!) hanno subito un torto enorme. E’ stata una mancanza di rispetto verso coloro che investono per il Roseto Sharks, ovvero sponsor e tifosi stessi (con biglietti e abbonamenti). Una mancanza di rispetto nei confronti di tutte le persone che lavorano per la pallacanestro a Roseto, come giocatori, tecnici, dirigenti, ufficiali di campo, giornalisti, fotografi, forze dell’ordine, Croce Rossa, addetti alla sicurezza e tutti gli altri. Il Roseto Sharks ha bisogno dei suoi tifosi: quelli che cantano e fanno il tifo, che fanno sentire il fiato sul collo agli avversari, che fanno pesare ogni fischio degli arbitri, che criticano in maniera costruttiva la squadra quando perde e la coccolano quando vince, quelli che partono in trasferta senza limiti territoriali per amore di questi colori. Sono questi i tifosi che Roseto merita, non i teppisti che ieri hanno insultato la città e la storia del Lido delle Rose! Il Roseto Sharks ha esposto denuncia contro ignoti e si avvarrà della collaborazione delle Forze dell’ordine al fine di identificare i colpevoli, mentre, per le prossime partite in casa, i controlli saranno intensificati sia all’ingresso del PalaMaggetti che durante la partita, con l’obiettivo di trovare ed escludere dalle manifestazioni sportive tutti i mascalzoni, come previsto dalla legge.”

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Roseto: Fumogeno al palasport"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*