Roseto, divieto di balneazione nel borsacchio

Divieto di balneazione nella splendida spiaggia della Riserva del Borsacchio.

Lo ha ufficializzato il Comune di Roseto degli Abruzzi con l’ordinanza numero 241, precisando che la decisione è stata presa a causa della mancanza del servizio di salvataggio. Dunque una delle pochissime aree non urbanizzate di tutta la costa adriatica, riserva naturale dove il mare è cristallino, non ci si potrà più fare il bagno. Non è per una questione legata all’inquinamento, ma di sicurezza e per la precisione per assenza di fondi.

“La Capitaneria di Porto impone regole precise di vigilanza per la tutela dei  bagnanti, ha spiegato il Sindaco di Roseto, Sabatino Di Girolamo, dovremmo garantire la presenza di bagnini, una torretta ogni 150 metri, ed è un investimento che in questo momento le risorse del Comune non consentono, ma lo facciamo a malincuore, perché sappiamo benissimo quale sia la bellezza di quei luoghi e di quelle acque del Borsacchio ”.

Ma non è l’unico divieto firmato dal sindaco Sindaco di Roseto perché è stata vietata  la balneazione anche nel tratto sud nella spiaggia detta dei “massi” e  anche qui per un problema legato alla sicurezza, vista la pericolosità di quel tratto senza sabbia e la mancanza della vigilanza.

IL SERVIZIO DEL TG8.

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Roseto, divieto di balneazione nel borsacchio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*