Roseto: argini del Tordino, in inverno i lavori

Con la fine della bella stagione gli argini del fiume Tordino tornano a destare preoccupazione tra le popolazioni dei territori dei comuni di Giulianova e Roseto degli Abruzzi .

Una situazione che, proprio sul versante rosetano, a più riprese, negli anni passati, ha creato diversi problemi come le piene che hanno rotto più volte gli argini ed eroso terreni coltivati causando danni notevoli.

La Regione ha finanziato lavori di messa in sicurezza con un importo di oltre 1 milione di euro e , nei giorni scorsi, è stato approvato il progetto esecutivo ed avviata la procedura per la gara di appalto per dare via ai tanto attesi lavori. Gli interventi interesseranno un tratto di circa 1700 metri, iniziando dal ponte sul Tordino della Statale Adriatica e poi procedendo verso l’interno.

Ci sono punti con particolari criticità perché il letto del fiume nel tempo si è innalzato mediamente di mezzo metro a causa del deposito dei sedimenti. In alcuni punti anche di un metro e mezzo. Bisognerà rimuovere i sedimenti abbassando il letto del fiume di circa un metro, innalzando il margine di sicurezza. In alcuni tratti gli argini verranno rinforzati con delle gabbionate, ristabilendo anche una larghezza media, tra gli 80 e gli 85 metri, dell’intero letto.

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

Sii il primo a commentare su "Roseto: argini del Tordino, in inverno i lavori"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*