Rissa a Balsorano, 3 persone denunciate

I carabinieri hanno denunciato tre persone per una rissa avvenuta a Balsorano sabato scorso in un bar. A causare la lite sarebbe stato l’elevato tasso di alcol assunto dai tre uomini.

In seguito ad una rissa avvenuta, intorno alle ore 23, di sabato 25 marzo all’interno di un bar lungo la via Nazionale di Balsorano, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Tagliacozzo hanno denunciato tre persone. Dovranno rispondere dei reati di rissa e di lesioni un 45enne di Balsorano (L.C.) con numerosi precedenti per furto, ricettazione, stupefacenti , un 34enne italiano di Sora (S.C.) e un cittadino rumeno residente a Balsorano, entrambi operai. Nei confronti del locale teatro della rissa saranno valutati provvedimenti relativi alle leggi di pubblica sicurezza.Proprio il quarantacinquenne lunedi’ ha denunciato ai militari di aver subito una “inspiegabile” aggressione da parte di alcune persone di origine straniera, mentre si trovava nel bar. L’uomo ha anche presentato un referto medico rilasciato dal pronto soccorso di Sora da cui risulta che, per le ferite riportate, ha avuto 20 giorni di prognosi per contusioni multiple al torace e all’addome e una frattura ad un dito. I carabinieri hanno ascoltato in caserma numerose persone che quella sera erano presenti nel bar. Sono state anche acquisite le immagini riprese dalle telecamere della videosorveglianza. Sarebbe stato l’elevato tasso alcolico delle persone coinvolte alla base della rissa cominciata, forse per qualche parola di troppo, davanti al bancone del locale. Il 45enne, che ha avuto da subito la peggio, e’ stato spintonato fino a una veranda del locale, dove e’ stato preso a pugni e poi a calci mentre si trovava a terra. Poi’ e’ stato trascinato fuori dal bar e gettato in strada. I due responsabili subito dopo si sono dileguati. Nonostante il locale fosse gremito di clienti, nessuno ha chiamato nè i carabinieri nè i sanitari, per richiedere un intervento.

Sii il primo a commentare su "Rissa a Balsorano, 3 persone denunciate"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*