Rifiuti Abruzzo: Mazzocca “la Regione paga e rivolve”

Sulle procedure di infrazione UE la Regione paga e risolve le criticità sulla gestione dei rifiuti. La situazione illustrata dal sottosegretario alla Presidenza della Giunta con delega all’Ambiente Mario Mazzocca.

Questa mattina con i dirigenti del settore Ambiente Franco Gerardini e Emidio Primavera e il direttore generale dell’Arta Francesco Chiavaroli il sottosegretario Mazzocca ha spiegato che si va verso la soluzione delle criticità ambientali nel ciclo della gestione dei rifiuti. Ci sono a disposizione circa 43 milioni di euro. Per quanto concerne i siti abusivi da bonificare, per  il mancato adeguamento alla direttiva del 1999 l’Abruzzo dovrà pagare 10 milioni di euro, ma solo per 6 delle 25 discariche abusive (che inizialmente erano 391) sono ancora in corso le operazioni di bonifica grazie al lavoro sinergico di Regione- Arta e Comuni.

Jpeg

Il sottosegretario Mazzocca ha detto che “Nel comparto ambientale della gestione del ciclo dei rifiuti, disciplinato dalla normativa europea, le Regioni sono tenute ad adempiere ad obblighi previsti da specifiche norme, il cui mancato rispetto comporta l’apertura di procedimenti sanzionatori nei confronti degli inadempienti.La Regione, nel settore della gestione del ciclo dei rifiuti è attualmente interessata da diverse Procedure di Infrazione UE, in materia di siti abusivi e da bonificare.E’ in corso una intensa attività tecnico-amministrativa dei Servizi regionali competenti con la collaborazione di ARTA A e dei Comuni interessati che ha previsto lo stanziamento da parte della Regione di rilevanti risorse finanziarie per realizzare gli interventi previsti, nonché l’espletamento di numerosi adempimenti di carattere tecnico-amministrativo finalizzati alla risoluzione delle Procedure di Infrazione UE”.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Rifiuti Abruzzo: Mazzocca “la Regione paga e rivolve”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*