Rifiuti a L’Aquila: Le immagini dei furbetti

rifiuti_ingombranti

Rifiuti a L’Aquila: Le immagini dei furbetti nelle registrazioni delle telecamere installate dal Comune per inchiodare chi abbandona rifiuti ingombranti.

Tre settimane di registrazioni in zone anche centrali della città dove stava prendendo piede il triste fenomeno dell’abbandono dei rifiuti ingombranti. Tutto il materiale nelle mani del Corpo Forestale dello Stato che a breve invierà notifiche di pesanti multe e in qualche caso potrebbero scapparci anche denunce penali. Sarà compito della Procura, infatti, distinguere tra chi, privato o impresa, ha fatto uso improprio dei cassonetti e chi può, invece, incorrere in reati di natura ambientale. In ogni caso l’amministrazione comunale, che ha voluto fortemente l’installazione di queste telecamere, si costituirà parte civile. Tra le vie più colpite Via Mausonia dove nei giorni scorsi si era venuta a creare una vera e propria discarica a cielo aperto.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Rifiuti a L’Aquila: Le immagini dei furbetti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*