Rapino: colletta per i politici condannati

RapinoRapino

Rapino: colletta dei cittadini per i politici condannati dalla Corte dei Conti a risarcire 120 mila euro per danno erariale alle casse comunali.

A Rapino è stata promossa una colletta dei cittadini per raccogliere fondi da destinare ai politici condannati dalla Corte dei Conti. E’ nato un Comitato pro ex amministratori del paese della provincia di Chieti, composto da sedici persone, che ha l’obiettivo di sostenere economicamente l’ex sindaco Rocco Cocciaglia, il suo ex vice Andrea Oliva, gli ex assessori Sandrino Mascioli e Rosanna Mammarella, nel frattempo deceduta, e l’ex responsabile dell’ufficio tecnico del Comune , l’architetto Mario Santovito. La Corte dei Conti li ha condannati a risarcire 120 mila euro per danno erariale per la nomina del responsabile dell’ufficio tecnico, dopo la rinuncia dell’unico dipendente comunale che svolgeva quelle mansioni , e per l’accordo transattivo nel contenzioso fra Comune e sciovie Mammarosa. La somma che l’ex sindaco Cocciaglia dovrà risarcire ammonta a 80 mila euro. Secondo il Comitato , che difende a spada tratta gli ex amministratori, le sentenze sono ingiuste e quindi , visto che le persone in questione sono valide ed oneste, vanno aiutate e sostenute. Il Comitato ricorda che ,durante il mandato del sindaco Cocciaglia, l’ex Amministrazione comunale è riuscita a risanare il bilancio e ad attuare politiche per lo sviluppo del territorio. Insomma ha operato bene ed ora è il momento per ringraziala per quanto ha fatto per la comunità di Rapino.

Articolo precedente:

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Rapino: colletta per i politici condannati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*