Rapina con mitra finto a Cappelle sul Tavo

Due persone ieri sera hanno compiuto un rapina con un mitra finto in un distributore di carburante a Cappelle sul Tavo. Uno dei malviventi è stato arrestato.

Due rapinatori, armati di mitra privo di tappo rosso, poi rivelatosi giocattolo, ieri sera intorno alle 20.30 hanno portato via dalla stazione di servizio Total Erg di Cappelle sul Tavo  470 euro ed un computer. Dopo aver scaraventato a terra il titolare del distributore di carburante sono fuggiti a bordo di una Citroen Berlingo, rubata poche ore prima a San Benedetto del Tronto . Sono stati intercettati poco dopo dai carabinieri che hanno bloccato l’auto dei malviventi. I due, finiti fuori strada, sono fuggiti per i campi. Dopo alcune ore uno dei due, Andrea Saccente, 33enne di Bari, individuato sporco di fango e con i soldi e il Pc nella piazza del paese, é stato fermato ed arrestato con le accuse di rapina aggravata con l’uso delle armi e ricettazione. L’auto utilizzata dai due malviventi è stata sequestrata e nelle prossime ore verrà analizzata per cercare di risalire al complice riuscito a fuggire. I soldi e il computer sono stati recuperati e restituiti al titolare dell’area di servizio. I particolari dell’operazione sono stati illustrati, presso il comando provinciale dei carabinieri a Pescara ,dal maggiore Claudio Scarponi e dal tenente Antonio Di Dalmazi durante una conferenza stampa. I due malviventi avevano anche contattato il Radio Taxi per allontanarsi dalla zona.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Rapina con mitra finto a Cappelle sul Tavo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*