Progetto Radar: Le Associazioni chiedono la proroga

Progetto Radar: Le Associazioni chiedono la proroga. Nel corso di un incontro ieri con il Presidente D’Alfonso, associazioni e genitori hanno chiesto che la rete per il “Dopodinoi”, in scadenza il prossimo 8 aprile, venga confermata anche per il prossimo anno.

Si tratta di un progetto che ha portato alla nascita in Abruzzo di ben 4 case famiglia per ragazzi disabili, una a Città S.Angelo, una a Pescara, una ad Avezzano ed una a Scerne di Pineto. In ognuna 8 ragazzi che hanno potuto, in questo anno, svolgere attività e vivere una socialità più degna, rispetto ad un’assistenza domiciliare che spesso pesa solo sui genitori o a costosi ricoveri in ospedale. D’Alfonso si é detto disposto a seguire un percorso per la riconferma ed intanto già lunedì darà mandato per pagare gli stipendi arretrati agli operatori delle case famiglia, mentre prossimamente si terrà un nuovo incontro, per individuare le soluzioni concretamente possibili.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Progetto Radar: Le Associazioni chiedono la proroga"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*