Profughi Manoppello: Sospiri “una farsa”

Per il capogruppo di Forza Italia in Regione Lorenzo Sospiri la gestione dell’emergenza presunti profughi a Manoppello sta assumendo i contorni della farsa.

In una nota il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Lorenzo Sospiri parlando dell’emergenza profughi a Manoppello afferma che secondo i consiglieri di opposizione Barbara Toppi e Antonella Faraone” il vicesindaco Melania Palmisano doveva tacere pur sapendo che l’agriturismo individuato per ospitare i 24 migranti presentava delle gravi irregolarità “.

Nella nota si legge “Dunque la ‘buona amministrazione’ difesa dalle opposizioni è quella di favorire, a ogni costo, il business di un privato a discapito di 800 residenti che vivono l’angoscia di vedersi piombare dentro casa 24 migranti nordafricani, che non scappano dalla guerra, ma dalla povertà, senza avere alcuna prospettiva in Italia, 24 unità che facilmente potrebbero diventare 100 com’è già accaduto a Montesilvano. A questo punto riteniamo che oggi i due consiglieri di opposizione dovrebbero dimettersi dalla carica, avendo tradito il ruolo loro affidato dagli elettori, mentre al sindaco di Manoppello, Giorgio De Luca, chiediamo di aprire un’indagine interna per dirimere le gravi irregolarità strutturali denunciate dal vicesindaco Palmisano”.

Sii il primo a commentare su "Profughi Manoppello: Sospiri “una farsa”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*