Processo discarica dei veleni: la sentenza slitta a febbraio

Processo discarica dei veleni: la sentenza slitta a febbraio, dopo gli inevitabili rinvii per maltempo e terremoto. Nuova udienza domani.

Il presidente del collegio giudicante Luigi Catelli costretto a rivedere il calendario rispetto ad una tabella di marcia che prevedeva un programma fitto di udienze per giungere ad una sentenza in Corte d’Assise d’Appello a L’Aquila entro la fine del mese. Si torna in aula domani e dopodomani con l’avvio delle arringhe difensive dei 19 imputati, mentre ieri si é conclusa la fase delle parti civili con la relazione dell’avvocato Fabrizio Di Luigi, unica parte civile come persona fisica. Di Luigi é il legale della famiglia Bucci che nel 1993 acquistò dalla Montedison una casa proprio a ridosso dell’area sotto la quale per anni sono stati interrati i rifiuti tossici. I Bucci nel 2007, dopo la scoperta da parte degli agenti del Corpo Forestale dello Stato della discarica, furono costretti ad abbandonare l’immobile ed ora, tramite il loro legale Di Luigi, chiedono un risarcimento sia per il danno morale che per l’azzeramento del valore, pari a 900 mila euro.

Sii il primo a commentare su "Processo discarica dei veleni: la sentenza slitta a febbraio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*