Processo Banca Etruria: In 30 da Pizzoli ad Arezzo

banca etruria-2

Processo Banca Etruria: In 30 da Pizzoli ad Arezzo. tanti sono, per ora, gli azionisti ed obbligazionisti aquilani che hanno deciso di costituirsi parte civile nella prima udienza preliminare dell’inchiesta sulla banca toscana il prossimo 10 marzo.

Il comitato di Pizzoli é stato il primo a costituirsi in Italia, radunando risparmiatori anche da altre parti del Paese. Solo a Pizzoli sono 1500 i risparmiatori che hanno perso tutto per effetto del decreto salva-banche. La loro portavoce l’avvocato Vanna Pizzi:

“E’ possibile che ai risparmiatori di Pizzoli si uniscano altri dalla Toscana, Sicilia, calabria e Molise. Ora potranno costituirsi parte civile obbligazionisti e azionisti che si ritengono offesi o danneggiati relativamente a questo primo filone d’indagini.”

Si tratta, dunque, solo della prima di altre tre inchieste e che la Procura ha deciso di accelerare fissando da subito un’udienza. In Abruzzo secondo una stima sarebbero circa 5000 i risparmiatori colpiti dalla vicenda delle quattro banche tra le quali anche la Carichieti.

 

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

1 Commento su "Processo Banca Etruria: In 30 da Pizzoli ad Arezzo"

  1. benedetto cafaro | 07/02/2016 di 12:07 | Rispondi

    salve,non so’ quante possibilita’ esistono di riavere almeno in parte i propri risparmi, sia azioni che obbligazioni,trafugati da banca etruria e governo.
    tutti i soldi persi dalla banca.dati agli amici e mai recuperati,devono essere restituiti dalla nuova banca ai risparmiatori.oppure li prendono nel forziere
    pieno di oro,secondo solo alla banca d’italia.forza che la facciamo!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*