Prati di Tivo, è marchigiano il nuovo gestore degli impianti

prati di tivo

Giungono buone notizie per il turismo invernale nel teramano. Il 25 gennaio prossimo la seggio-cabinovia di Prati di Tivo riaprirà per la gioia di chi ama la montagna e gli sport invernali.

A gestirla, come ipotizzato in questi ultimi giorni, sarà l’imprenditore ascolano, Marco Finori, titolare dell’omonima srl, che ha presentato la migliore offerta tra le tre recapitate all’assemblea dei soci della Gran Sasso Teramano che si è riunita ieri in serata per deliberare. L’idea vincente di Finori è il rilancio della stazione turistica con eventi, campioni dello sport e la riattivazione dei due rifugi Diruto e Della Guide, a monte della seggio cabinovia e nei boschi dei Prati bassi. Grande soddisfazione da parte del presidente della Provincia Diego Di Bonaventura La società pagherà 20.000 euro (fino al 30 settembre) e si è impegnata ad organizzare eventi di promozione turistica Sciolto anche il “nodo” del Caposervizi degli impianti, che è stato identificato nell’ingegnere trentino Alessandro Albasini, che ha già lavorato in passato ai Prati.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Prati di Tivo, è marchigiano il nuovo gestore degli impianti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*