Pineto, torna il sereno restano i danni

A tre giorni dell’imponente ondata di maltempo che ha colpito la nostra regione in particolar modo la costa teramana, continua la conta dei danni.

La forte perturbazione ha messo in ginocchio soprattutto il comune costiero di Pineto, il più danneggiato della provincia di Teramo. Danni imponenti che ad oggi, secondo alcune stime, superano tranquillamente il milione di euro. Già nella serata di venerdì la giunta pinetese aveva dichiarato lo stato di emergenza e con l’ausilio della regione sta avviando l’iter per chiedere lo stato di calamità naturale; per questo motivo questa mattina l’assessore regionale Dino Pepe, accompagnato dal sindaco Robert Verrocchio e dai tecnici, ha effettuato un sopralluogo per verificare personalmente la gravità della vicenda.

“Sembra sia passato uno tsunami”, è il commento del sindaco Robert Verrocchio, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo proprio in pineta insieme all’assessore regionale Dino Pepe e al comandante provinciale del Corpo Forestale Gualberto Mancini. Impressionato dalla forza dell’acqua anche Dino Pepe. “Ci attiveremo per essere a fianco di Pineto sia per il breve termine, sia per il medio e lungo termine con particolare riferimento alla pineta storica”, ha commentato l’assessore all’Agricoltura.

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Pineto, torna il sereno restano i danni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*