Pescara: Viale Marconi a tre corsie, nella maggioranza c’è chi dice no

La maggioranza al Comune di Pescara è divisa sul progetto di viale Marconi a tre corsie, di cui una riservata agli autobus, che cancella 96 posti auto.

Ieri, i consiglieri di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia sono tornati a chiedere al sindaco Carlo Masci e all’assessore ai lavori pubblici e alla mobilità Luigi Albore Mascia modifiche sostanziali al piano, lasciato in eredità dalla precedente giunta, per salvare i parcheggi.

Sarà importante la prossima riunione di maggioranza, dopo quella di giovedì scorso, per trovare una soluzione visto che la Regione, con una lettera inviata al Comune, fa sapere che, in caso di revisione del piano si rischia di perdere il finanziamento pubblico Por-Fesr di 1 milione e 300 mila euro.

Quasi tutti i consiglieri della maggioranza, sebbene favorevoli al futuro sistema di trasporto pubblico ecologico chiedono di modificare il progetto. In primis due esponenti di Forza Italia, lo stesso partito del sindaco Masci e dell’assessore alla mobilità Albore Mascia, Alessio Di Pasquale, vice presidente della commissione Sicurezza e Ivo Petrelli, presidente della commissione Ambiente.

In una nota congiunta i due consiglieri affermano che il progetto rischia di rivoluzionare negativamente viale Marconi e che la lettera della Regione lascia al Comune la scelta politica e amministrativa su come procedere. Di Pasquale e Petrelli ritengono, pertanto, che sia possibile aprire un’interlocuzione con la Regione per concordare le modifiche dei percorsi per bus e bici.

Il Servizio del Tg8:

Sii il primo a commentare su "Pescara: Viale Marconi a tre corsie, nella maggioranza c’è chi dice no"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*