Pescara: vaccini obbligatori a scuola, ecco cosa fare

vaccinimeningite

La Asl di Pescara spiega cosa fare in merito ai vaccini obbligatori per l’iscrizione a scuola. Per evitare le file bisogna scaricare il modulo per l’autocertificazione e prenotare la vaccinazione on line .

La Asl di Pescara, per evitare lunghe code e confusione sulle vaccinazioni obbligatorie per le iscrizioni alla scuola dell’obbligo, invita le famiglie a consultare il sito www.ausl.pe.it dove è possibile trovare tutte le informazioni sulla legge nazionale che estende da 4 a 10 le vaccinazioni obbligatorie previste per l’iscrizione a scuola e che riguardano i bambini/ragazzi da 0 a 16 anni, che in provincia di Pescara sono oltre 45.000, dei quali 15 mila sono bambini tra 0 a 5 anni. Finora erano obbligatorie difterite, tetano, polio ed epatite B, ora si aggiungono pertosse, emofilo di tipo B, morbillo, rosolia, parotite e varicella (quest’ultima è obbligatoria solo per i nati dall’1 gennaio 2017). Il Direttore Generale della Asl Armando Mancini , insieme al Direttore Sanitario Valterio Fortunato , al Direttore del Dipartimento di Prevenzione Antonio Caponetti e al Direttore dell’ Unità Operativa Complessa di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica Carla Granchelli ha spiegato alla stampa come si è organizzata l’azienda sanitaria per ottimizzare informazioni e servizi. La dottoressa Granchelli ha affermato che sono pochissimi i genitori contrari ai vaccini obbligatori e che, attraverso alcune verifiche, il dipartimento da lei diretto, è riuscito a chiamare a raccolta circa 800 bambini che non erano stati vaccinati per il morbillo.

Vaccini e Scuola: cosa fare

Cosa cambia:
Per i nati dal 2001 al 2016 sono richieste le seguenti vaccinazioni (9 vaccinazioni obbligatorie):

  • anti-poliomielitica
  • anti-difterica
  • anti-tetanica
  • anti-epatite B
  • anti-pertosse
  • anti-Haemophilus influenzae tipo b
  • anti-morbillo
  • anti-rosolia
  • anti-parotite

Per i nati dal 2017 sono richieste le seguenti vaccinazioni (10 vaccinazioni obbligatorie):

  • anti-poliomielitica
  • anti-difterica
  • anti-tetanica
  • anti-epatite B
  • anti-pertosse
  • anti-Haemophilus influenzae tipo b
  • anti-morbillo
  • anti-rosolia
  • anti-parotite
  • anti-varicella

Cosa fare per l’iscrizione:
Per l’iscrizione a scuola (sia in strutture pubbliche che private, compresi asili nido e scuole per l’infanzia) per l’anno 2017/2018- nella fase di prima applicazione della legge- sono previste specifiche disposizioni transitorie che prevedono la presentazione di adeguata documentazione entro:
–  il 10 settembre 2017 per i nidi e le scuole dell’infanzia
– il 31 ottobre 2017 per la scuola dell’obbligo (primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado)

La documentazione da presentare presso le scuole è costituita da:
-autocertificazione  (cliccare qui  per il modulo allegato)   resa ai sensi del D.P.R. 28 Dicembre 2000, n. 445 attestante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie (l’autocertificazione dovrà essere sostituita entro il 10 Marzo 2018 dal certificato vaccinale) per la quale si consiglia di consultare la tabella sottostante.
oppure
– certificato vaccinale/attestazione rilasciato dall’Azienda Usl  che può essere richiesto via e-mail al seguente indirizzo:  vaccini[email protected]
oppure
-copia della prenotazione dell’appuntamento per la vaccinazione o della richiesta di vaccinazione alla Azienda Usl.
oppure
-libretto personale di vaccinazioni;
Nel caso in cui un bambino/ragazzo sia esonerato dalla vaccinazione o debba rinviarla per motivi di salute dovrà essere presentato un certificato del pediatra o medico di famiglia.
Nel caso in cui un bambino/ragazzo sia esonerato dalla vaccinazione per aver già avuto la malattia naturale (solo per morbillo, parotite, rosolia ed epatite B che conferiscono immunità permanente) dovrà essere presentato apposito certificato del pediatra o medico di famiglia.

° A titolo esemplificativo “Dal compimento dei 6 mesi a 11 mesi” vuole indicare dal giorno in cui si compiono 6 mesi, fino al giorno precedente il compimento dei 12 mesi di vita.
* È sufficiente 1 sola dose di emofilo b nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita.
°° 4 sono sufficienti per l’adempimento se non sono passati 9 anni dalla dose di richiamo prevista in età pre-scolare (5-6 anni).

Vista l’imminente scadenza per la presentazione della documentazione si raccomanda di procedere con la presentazione dell’autocertificazione dopo aver inoltrato richiesta via 
e-mail di certificato vaccinale/attestazione, ed eventuale  completamento delle vaccinazioni obbligatorie  non effettuate,  al seguente indirizzo:

[email protected]

IL SERVIZIO DEL TG8:

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Pescara: vaccini obbligatori a scuola, ecco cosa fare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*