Pescara: tenta rapina in gioielleria, arrestato

Pescara: tenta rapina in gioielleria, arrestato dalla Mobile un pregiudicato di 24 anni, foggiano, con l’accusa di tentata rapina aggravata in concorso.

Ieri sera, gli uomini della Sezione Antirapina della Squadra Mobile di Pescara, in collaborazione con  il personale del  Commissariato di  Pubblica Sicurezza di  San Severo (FG), hanno arrestato  Enrico Donato Conserva, classe ‘92 foggiano, pregiudicato, per  il reato di tentata rapina aggravata in concorso. Su di lui sono stati raccolti gravi elementi indiziari in ordine ad una tentata rapina verificatasi nel pomeriggio dello scorso 12 dicembre in danno di una gioielleria di Pescara. Nell’occasione l’uomo, con un complice  in via di identificazione, armati di una pistola ‘scacciacani’, hanno tentato di effettuare la rapina ma sono stati messi in fuga dalla pronta reazione di uno dei titolari, il quale é riuscito ad attivare il teleallarme collegato con le forze dell’ordine. Incastrato dalle immagini di una telecamera che lo ha ripreso durante la fuga e dal riconoscimento fotografico effettuato dalle vittime della rapina, Conserva ha ammesso le sue responsabilità negli uffici del Commissariato di San Severo in presenza del suo difensore di fiducia, dichiarando di aver agito spinto dalla necessità di saldare un debito di alcune migliaia di euro, contratto con alcuni spacciatori a cui si è rivolto negli ultimi mesi per acquistare sostanze stupefacenti. Nonostante la confessione, il fermo  si è reso, comunque,  necessario per  il concreto pericolo di fuga. Infatti, il giovane è stato trovato in possesso di due valigie contenenti abiti ed effetti personali. Su disposizione del Pubblico Ministero di turno della Procura di Foggia, di intesa con la Procura di Pescara, Conserva  è stato ristretto in carcere.

 

 

Sii il primo a commentare su "Pescara: tenta rapina in gioielleria, arrestato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*