Pescara Porto: il M5S boccia il parere sul cambio di destinazione

Pescara Porto: il M5S boccia il parere sul cambio di destinazione da uffici a residenze private per il complesso edilizio adiacente l’area ex Cofa.

Un parere chiesto dal Comune ad un luminare del Diritto Amministrativo come il professor Aristide Police docente all’università Tor Vergata a Roma. Una parcella da 4.500 euro + Iva per una relazione di 28 pagine nella quale si da, di fatto, parere favorevole al cambio di destinazione. i consiglieri comunali del M5S, in particolare l’architetto Erika Alessandrini, ha letteralmente vivisezionato il documento trovando, in 82 punti, almeno una ventina di errori macroscopici tra riferimenti normativi sballati e considerazioni prive di ogni fondamento. Per questa ragione chiedono che il professionista non venga pagato e che il Comune non tenga conto di questa relazione che, tra l’altro, potrebbe creare un precedente pericoloso per l’erario:

“Errori macroscopici – specifica la Alessandrini – soprattutto nel riferimento alla Legge statale sul decreto sviluppo, si fa riferimento alla L. 70 del 2014 invece che alla 70 del 2011, e non é un refuso, perchè la legge errata é ribadita in più punti, il problema é che la L.70/2014 disciplina il comportamento dei passeggeri ferroviari. Altro riferimento sballato la Legge Regionale 49 del 2012 che recepisce la norma inserita nel Decreto Sviluppo nella quale i Comuni possono decidere, in tema di varianti al Prg, di avvalersi di misure incentivanti, ma siccome il Comune di Pescara non ha mai recepito questa legge, essa non si può applicare. Altra topica il parere circa il quale la competenza sarebbe di un dirigente, al contrario l’articolo 23/Ter del Testo Unico sull’edilizia dice che in caso di varianti la competenza é del Consiglio Comunale.”

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Pescara Porto: il M5S boccia il parere sul cambio di destinazione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*