Pescara: Una piazza del gusto all’Ex Fea

Presentato il progetto di riqualificazione dell’Ex Fea di Pescara, un’area di incontro fra arte, alimentazione e le persone, ma anche laboratorio di tecnologie nel settore alimentare e culturale.

Ad aggiudicarsi il bando della Regione La C.f.C. di Reggio Emilia che stamane, alla presenza del presidente Vicario Lolli e del vice sindaco di Pescara Antonio Blasioli, ha illustrato nel dettaglio cosa avverrà in quel sito. Intanto una nuova piazza, uno spazio pubblico dove sarà possibile presentare prodotti culinari, insieme ad eventi artistici, concerti, spettacoli, cinema e dove la passeggiata sul mare porta direttamente nell’area arte-alimenti. Il vecchio magazzino ferroviario diventerà una sorta di Cooking Class, dove si realizza un vero e proprio laboratorio di cucina, con corsi e attività diversificate in base all’utenza. Previsa anche una sede di Co-Working dove troverà posto un laboratorio di tecnologia, specializzato nel settore alimentare e culturale, che servirà a mettere a disposizione delle imprese conoscenze e professionalità particolari. Nei vecchi capannoni utilizzati come ricovero degli autobus, un percorso attraverso la cultura gastronomica italiana, abruzzese, dove sarà possibile acquistare o gustare prodotti tipici insieme ad una grande sala delle esposizioni. Parliamo di circa 8500 metri quadri completamente riqualificati e destinati a diventare punto di riferimento e di ritrovo non solo per i pescaresi, ma anche per i turisti. Limitatissima l’attività edilizia, praticamente tutto rimarrà quasi così com’è e per questa ragione non sono previsti stravolgimenti tali da modificare radicalmente l’assetto urbanistico:

“Non sarà necessario apportare modifiche al Prg – ci spiega il vice sindaco Blasioli – al massimo un cambio di destinazione d’uso, perché non saranno realizzati nuovi edifici, ma riqualificato quello che c’è e, tra l’altro, non sarà smantellata l’area parcheggi.”

Sulla tempistica, nel giro di 4 anni l’opera sarà a completa disposizione della collettività, per una concessione di 49 anni. Un progetto da 3,5 milioni di euro, per certi aspetti innovativo che potrebbe essere replicato in altre località della Regione:

“Intanto partiamo da qui – precisa il presidente vicario Lolli – Pescara ed i pescaresi meritano un luogo di questo tipo presente in grandi centri metropolitani italiani ed europei e per una città moderna e proiettata verso il futuro come Pescara, direi che è il minimo. Certamente abbiamo aperto un discorso che può essere riproposto in tutta la Regione.”

IL SERVIZIO DEL TG8:

https://www.youtube.com/watch?v=PkCWhhAzxl4

Sii il primo a commentare su "Pescara: Una piazza del gusto all’Ex Fea"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*