Pescara: perseguita la ex compagna, arrestato

Un uomo di un 44 anni, è stato arrestato dalla Polizia di Pescara per atti persecutori nei confronti della ex compagna.

La vittima è una giovane donna, residente in Francavilla al Mare, che ha trovato il coraggio di rivolgersi alla Polizia di Stato e di denunciare l’ex compagno che, da mesi, la perseguitava. Si tratta di una cittadina straniera, residente in Italia da circa 15 anni, la quale aveva recentemente confidato ad un amico i tormenti patiti a causa della gelosia e dell’ossessività del suo ex compagno. L’uomo ha aiutato l’amica a trovare il coraggio di chiedere aiuto anche grazie all’iniziativa del “camper rosa della Polizia di Stato” . Lo scorso 3 agosto, pertanto, la donna, si è rivolta alla Squadra Mobile della Questura di Pescara, segnalando di essere vittima di condotte persecutorie e denunciando l’ex compagno.

Agli agenti ha spiegato che dopo una relazione, durata 3 anni, aveva deciso di interromperla nel 2016. L’ex compagno, però, non ha accettato la decisione ed ha iniziato a perseguitarla, seguendola nei suoi spostamenti ad arrivando, in più occasioni, a danneggiarle anche la macchina. Esasperata per l’atteggiamento aggressivo e violento dell’uomo, per tentare di ricondurlo alla ragione e poter vivere un’esistenza “normale”, all’inizio di quest’anno aveva riallacciato nuovamente la relazione sentimentale, che ha interrotto dopo circa quattro mesi. A partire dallo scorso giugno, l’uomo ha ricominciato ad ossessionarla, ha cercato ripetutamente di contattarla, anche via telefono e sui social, dove è arrivato anche a crearsi falsi profili. Il presunto stalker, inoltre, ha ricominciato a seguirla nei suoi spostamenti ed ha minacciato anche alcuni amici della donna impedendole così, di fatto, di coltivare ogni relazione sociale. L’uomo, residente nell’entroterra pescarese, si è trasferito a Francavilla al Mare, vicino l’abitazione della sua ex, per poter meglio controllare i suoi spostamenti tanto che la sera dello scorso 1 agosto, mentre la donna stava raggiungendo un’amica presso uno stabilimento balneare della riviera,l’ ex compagno, che l’aveva vista uscire da casa, l’ha seguita a bordo della sua autovettura e l’ha tamponata ripetutamente con la macchina.

Pertanto ieri sera gli agenti della Squadra Mobile di Pescara, in forza alla sezione preposta al contrasto della violenza di genere, si sono appostati dapprima vicino all’abitazione della vittima e, poi di uno stabilimento balneare della riviera sud di Pescara, dove nel frattempo la donna si era recata.  I poliziotti hanno così avuto modo di notare che lo stalker, dopo aver seguito tutti i movimenti della ex compagna, quando la donna stava per salire sulla sua autovettura, lui l’ha raggiungeva e, impedendole di chiudere lo sportello dell’auto, l’ha aggredita verbalmente. A quel punto gli agenti sono usciti allo scoperto e lo hanno bloccato ed arrestato per atti persecutori.

 

Sii il primo a commentare su "Pescara: perseguita la ex compagna, arrestato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*