Pescara: minaccia i carabinieri con una siringa, arrestato

I Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Pescara hanno arrestato un ventunenne di origine marocchina che li ha minacciati con una siringa.

Resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali sono le accuse delle quali deve rispondere Azzi Assaghir Mohamed, 21 anni , di origini marocchine, già gravato da numerose segnalazioni per
reati contro il patrimonio. I militari, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione, lungo via Tiburtina hanno incrociato il ragazzo che camminava  a passo svelto e con fare
sospetto e si stava allontanando dalla nota zona denominata ” Ferro di Cavallo”. I Carabinieri, ipotizzando che avesse acquistato droga, lo hanno fermato, ma quando si sono avvicinati il ventunenne li ha minacciati con una siringa e poi è fuggito ma è stato raggiunto. Il ragazzo ha reagito strattonando con forza i militari e appena arrivato in caserma ha colpito con un calcio
un Carabiniere procurandogli una ferita alla mano. Dopo l’arresto è stato rinchiuso nel carcere di San Donato.

Sii il primo a commentare su "Pescara: minaccia i carabinieri con una siringa, arrestato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*