Pescara: lite tra vicini, uomo preso a martellate

Pescara: lite tra vicini, uomo preso a martellate oggi pomeriggio nella centralissima Via Nicola Fabrizi da una coppia che abita sopra di lui.

L’episodio é avvenuto intorno alle 15,oo all’angolo tra Via Nicola Fabrizi e Via Ravenna. Al culmine di un alterco, pare per motivi condominiali, una coppia ha cominciato ad aggredire il condomino che abita al piano di sotto colpendolo, pare, con un martello. L’uomo ha tentato la fuga arrivando in strada e qui l’aggressione é proseguita. Sul posto tre pattuglie della Squadra Volante ed un’ambulanza della Croce Rossa. La coppia protagonista dell’aggressione é stata accompagnata in questura, l’uomo, insieme alla moglie e ai figli, pare aggrediti anche loro, trasportati al Pronto Soccorso.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

1 Commento su "Pescara: lite tra vicini, uomo preso a martellate"

  1. david celiborti | 23/08/2017 di 17:11 | Rispondi

    Fantozzi in uno dei suoi “tragicomici” film ci aveva fatto capire che in riunioni tra condomini o incontri-scontri tra di loro, bisogna portare il casco, che diventa d’obbligo non solo sulle moto, maanche e, soprattutto, in queste lotte “amichevoli” tra vicini di casa! Il grande Paolo Villaggio nelle sue esagerazioni aveva indubbiamente sempre ragione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*