Pescara: le guardie giurate tengono lontani i parcheggiatori abusivi

A Pescara non si vedono più i parcheggiatori abusivi nell’area di risulta della stazione ferroviaria centrale grazie alla presenza delle guardie giurate. Esulta l’assessore comunale Gianni Teodoro mentre l’Ugl critica l’iniziativa.

Da lunedì 14 gennaio a Pescara sono entrati in azione, ogni sera dalle 17 alle 24 e il venerdì, sabato e domenica fino alle 3 del mattino, gli agenti dell’istituto di vigilanza Federalpol, che, su incarico del Comune, devono sorvegliare i 12 ettari dell’area di risulta della stazione ferroviaria centrale riservati alla sosta pubblica a pagamento.

“La sicurezza è una priorità sia nell’area di risulta della stazione ferroviaria che nelle altre zone della città” ha ribadito l’assessore comunale alla Polizia municipale di Pescara Gianni Teodoro soddisfatto per i risultati ottenuti dalla sperimentazione ed ha ricordato che “Le dodici guardie giurate, tre per turno, si alternano ogni sera e pare l’esperimento, condotto in sinergia con le altre forze dell’ordine tra carabinieri, polizia, polizia municipale e guardia di finanza, sta funzionando”.

Di diverso avviso il segretario regionale Ugl Sicurezza Civile Abruzzo Fabio Urbini e il  segretario generale provinciale Ugl di Pescara Armando Foschi secondo i quali la sicurezza in quell’area “Può essere garantita dalla Polizia municipale e dalle altre Forze dell’Ordine; questa soluzione, pertanto, ha un costo che la collettività poteva risparmiarsi”.

Foschi afferma che si tratta di “Una anomalia tutta pescarese fatta senza bando e priva di trasparenza. L’Amministrazione, con questa iniziativa, ha offeso sia la Polizia municipale che le altre Forze dell’ Ordine. Bastava devolvere quanto spendono per la vigilanza privata per un progetto che incentivasse il numero dei vigili urbani che tra l’altro operano quotidianamente sul territorio”.

L’assessore Teodoro replica che c’è carenza di agenti di Polizia municipale e, in attesa di poter avviare l’iter per nuove assunzioni, questa al momento era l’unica soluzione per risolvere il problema sicurezza in quell’area in cui le guardie giurate operano in piena sinergia con tutte le Forze dell’Ordine.

Il segretario Urbini interviene anche sull’affidamento a privati dei controlli sui mezzi pubblici della società dei trasporti Tua ed afferma che ” Ci sono già i controlli di Tua e quindi affiancandoli si va ad offendere i loro lavoro. Siamo in attesa di risposte da Tua visto che il tutto è stato fatto senza una trattativa con i sindacati”.

Sii il primo a commentare su "Pescara: le guardie giurate tengono lontani i parcheggiatori abusivi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*