Pescara: la polizia sequestra un fucile a canne mozze

Gli agenti della squadra mobile della Questura di Pescara hanno sequestrato un fucile a canne mozze  trovato in un locale del complesso immobiliare noto come “ferro di cavallo” a Pescara.

Proseguono incessanti i controlli della Polizia di Stato nel quartiere “Rancitelli” a Pescara dove, ieri mattina, 7 marzo, gli agenti della squadra mobile, in collaborazione con i vigili del fuoco, hanno effettuato una serie di perquisizioni che hanno interessato gli spazi comuni del fabbricato “ferro di cavallo”.

In un locale “tecnico”, regolarmente chiuso, al civico 171, era ben occultato dietro ai serbatoi dell’autoclave, un fucile a canne mozze calibro 12, privo di munizioni, al quale erano state tagliate parte delle canne e del calcio in legno, in modo da ridurne l’ingombro. L’arma sequestrata dai poliziotti, un fucile sovrapposto di marca Benelli, non risulta provento di furto e sono in corso accertamenti finalizzati alla ricostruzione dei fatti. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Pescara Marina Tommolini.

 

Sii il primo a commentare su "Pescara: la polizia sequestra un fucile a canne mozze"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*