Pescara: in manette lo scippatore che palpeggia le vittime

autopolizianotte

Pescara. in manette lo scippatore che palpeggia le vittime. Si tratta di un trentenne della provincia di Salerno arrestato dalla Polizia.

l’episodio avvenuto ieri sera verso le 22.50  in via Ferrari. La vittima, una donna di 38 anni, stava rientrando a casa e mentre stava aprendo il cancello dell’abitazione é stata sorpresa alle spalle da un giovane di circa 30 anni, il quale, prima di strapparle con forza di mano la borsa contenente effetti personali e circa 90 euro, l’ha anche palpeggiata nelle parti intime. Sul posto la pattuglia della Squadra Volante che é  riuscita a rintracciare e bloccare l’autore del duplice delitto, poi identificato per Cosimo Caloia, di  Battipaglia,  classe 1988, già pregiudicato per aver commesso altri reati tra cui furto con strappo. Il giovane, sorpreso con la refurtiva ancora in mano, tentava di giustificarsi con i poliziotti dicendo che non era lui l’autore dello scippo, ma che aveva rincorso l’autore ed avendo recuperato la borsa la stava riportando alla vittima. La donna scippata però, ha riconosciuto senza alcun dubbio,  il CALOIA come il responsabile . Lo stesso autore, alla fine, ammetteva ai poliziotti di aver commesso il fatto, indicando anche il luogo ove aveva appena svuotato la borsa degli effetti personali della vittima, che a lui non servivano. I poliziotti recuperavano tali effetti e li restituivano alla donna. Il CALOIA é stato pertanto tratto in arresto in flagranza di reato per furto con strappo e violenza sessuale.

Sii il primo a commentare su "Pescara: in manette lo scippatore che palpeggia le vittime"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*