Pescara: imprenditore cinese rapinato e picchiato in casa

Sorprende tre ladri in casa e viene picchiato dai malviventi, che lo costringono ad aprire la cassaforte e lo legano ad una sedia, per poi darsi alla fuga con il bottino.

Vittima della rapina, messa a segno ieri pomeriggio a Pescara, in pieno centro, è un 74enne cinese, proprietario di alcuni ristoranti in città, poi finito in ospedale, con una prognosi di 21 giorni. I fatti sono avvenuti in piazza Primo maggio. L’uomo, rientrando a casa, ha sorpreso i tre malviventi, che, a volto scoperto, erano entrati nell’abitazione. A quel punto il 74enne è stato minacciato con un coltello, picchiato con un cacciavite e preso a calci e pugni. I ladri – secondo la testimonianza della vittima si tratterebbe di tre stranieri – lo hanno costretto ad aprire la cassaforte ed hanno preso diecimila euro in contanti ed un orologio Rolex del valore di circa settemila euro. Poi gli hanno strappato il borsello che l’uomo aveva con sé, contenente contanti per duemila euro. A quel punto lo hanno legato ad una sedia e sono fuggiti. Il 74enne dopo circa mezz’ora è riuscito a liberarsi e a lanciare l’allarme. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo della Questura e il personale del 118, che ha prestato le prime cure all’uomo. Le indagini sono in corso da parte della squadra Mobile.

Sii il primo a commentare su "Pescara: imprenditore cinese rapinato e picchiato in casa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*