Pescara: Gli imboscati della Asl

Pescara: Gli imboscati della Asl, ne sono poco più di una cinquantina, sono tutti infermieri ed operatori socio sanitari dislocati in uffici amministrativi, mentre i reparti ospedalieri scoppiano.

Le segnalazioni giungono dagli stessi dipendenti Asl che denunciano un fenomeno esploso solo negli ultimi 3/4 anni. Portavoce il consigliere regionale del M5S Domenico Pettinari il quale ha già sottolineato il problema al neo direttore generale Armando Mancini, il quale ha assicurato l’impegno a risolvere la questione, ma il tempo passa e, specie con l’arrivo del gran caldo, la situazione in diversi reparti, in particolare Medicina, Geriatria ed Oncologia, rischia di esplodere tra carenza di personale e pazienti che rischiano di non vedersi riconoscere il sacrosanto diritto alle cure. Anche per questo é stata presentata un’interpellanza al Presidente D’Alfonso, in qualità di massima autorità sanitaria, affinchè intervenga sulla questione:

“Sarebbe interessante capire come questi infermieri e Operatori Socio Sanitari abbiano potuto beneficiare di un simile trattamento – spiega Pettinari – dislocati in uffici di direzione sanitaria, uffici per aggiornamento, Uffici prevenzione, consultorio e farmacia ospedaliera, dove non si registra una particolare necessità, lasciando in uno stato di emergenza i colleghi costretti ad affrontare turni massacranti nei vari reparti. Ma ad ogni modo chiediamo che la Regione intervenga duramente per porre fine a questo triste fenomeno.”

C’é poi il caso Città S.Angelo dove c’é l’unica Rsa totalmente pubblica:

“Qui c’é un solo infermiere ed un solo operatore socio sanitario – sottolinea Pettinari – per 25 pazienti tutti molto anziani. La situazione é diventata insostenibile tanto che il già misero personale a disposizione ricorre alla malattia per non ce la fa più a sostenere questi carichi di lavoro. Anche qui chiediamo che questi oltre 50 privilegiati tornino a fare quello per cui sono stati assunti.”

Guarda il Servizio del Tg8:

https://www.youtube.com/watch?v=LnOK2vd4iZ4

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Pescara: Gli imboscati della Asl"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*