Pescara: donna aggredita da ambulanti per un parcheggio

Pescara: sarebbe stata prima accerchiata e poi aggredita da un gruppo di ambulanti nord africani una donna il giorno di capodanno sul lungomare.

Secondo quanto riportato nella denuncia presentata in questura, la donna, di Montesilvano, stava tenendo occupato un posteggio in attesa che il marito facesse manovra proprio davanti al Lido Beach sul Lungomare, quando all’improvviso sarebbe sopraggiunta una Nissan condotta da un extracomunitario, il quale, incurante della presenza della donna, avrebbe preteso di parcheggiare la vettura tentando, secondo quanto riportato nella denuncia, anche di investirla, tanto da costringerla a fare ricorso alle cure in Pronto Soccorso. Alle proteste vibranti della signora, il nord africano, raggiunto nel frattempo da altri suoi amici, avrebbe accerchiato la donna, tentando anche di aggredirla e dandosi alla fuga soltanto all’arrivo del marito. Sull’inquietante episodio indaga la Polizia.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

1 Commento su "Pescara: donna aggredita da ambulanti per un parcheggio"

  1. Ormai i padroni sono questi neri/bianchi africani”che non fuggono da nessuna guerra” ma che fanno fuggire noi, piuttosto! Sarà contenta la Boldrini, assatanata, che dice saranno questi i nuovi italiani di domani e così Gentiloni, Renzi tutte le forze politiche di sinistra, centro, destra! Quello delle rappresaglie degli stupri, delle violenze, degli spettacoli invedibili (il senegalese o nigeriano che ha mostrato pene e genitali ai poliziotti pochi giorni fa!), le aggessioni ad organi di polizia ecc! E questi sarebbero “i poveri migranti” meritevoli di un mercato, per giunta taroccato e dell’ospitalità tanto declamata dal n/s “caro” Pontefice? Io direi, ma è Utopìa, tutti a casa loro, anche i politici rinnegati ed un pontefice straniero che pensa “come un argentino” tipo “Belen Rodriguez” Per tutti l’Italia è l’America!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*