Pescara calcio, sconfitta di rigore

Pescara calcio. Il Cagliari si impone di misura. Decide Joao Pedro su calcio di rigore. Nel finale Muntari, su tutte le furie per i cori razzisti dei tifosi, abbandona il campo.

Si tratta della venticinquesima sconfitta sul campo in 34 partite di campionato. Prova abulica nel primo tempo. Fornasier si oppone col braccio largo alla conclusione di Joao Pedro. L’arbitro assegna il rigore che lo stesso brasiliano trasforma spiazzando Fiorillo. Biancazzurri più intraprendenti nel finale di frazione e in avvio di ripresa. Prima da titolare per Milicevic schierato nel ruolo di terzino sinistro. Nei minuti conclusivi livido di rabbia Muntari per i cori razzisti dei tifosi sardi. Protesta in modo veemente nei confronti del direttore di gara che prima estrae il giallo. Muntari è su tutte le furie. Continuano le rimostranze del ghanese, senza dubbio motivate. Minelli non interrompe il gioco e il centrocampista biancazzurro abbandona il campo. Il Pescara chiude in 10 uomini.

Cagliari- Pescara web cronaca

 

Sii il primo a commentare su "Pescara calcio, sconfitta di rigore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*