Pescara: aumentano i ciclisti in città

A Pescara è aumentato il numero delle persone che usano la bicicletta per spostarsi in città. I dati sono della FIAB Pescarabici che segnala anche alcune criticità al Comune.

Per la giornata Bike To Work 2018, in occasione della Settimana Europea della Mobilità, FIAB Pescarabici ha organizzato oggi, 21 settembre, il consueto conteggio dei ciclisti che si recano al lavoro dalle 7:30 alle 9:30. I volontari hanno contato in 16 punti nevralgici della città di Pescara ben 3.266 persone che si sono recate al lavoro e/o a scuola in bicicletta.

In una nota il presidente Filippo Catania spiega che “Rispetto al conteggio del 2016 (nel 2017 non è stato svolto) le stesse postazioni hanno rilevato ben il 22% in più di ciclisti segnando un aumento deciso in 8 degli 11 check point del 2016. I maggiori incrementi si sono avuti alla Madonnina (+87% con 222 ciclisti), in Viale Regina Margherita (+66% con 300 ciclisti) e in Piazza Pierangeli (+67% con 175 ciclisti).

Il dato di Viale Regina Margherita conferma che le bici aumenterebbero molto se si circolasse in modo più sicuro e siamo certi che, con la costruzione del cordolo che delimiterà la pista, il flusso potrà essere maggiore”.

Molto interessante il dato di Piazza Pierangeli, snodo cruciale per l’accesso all’Ospedale cittadino: l’Amministrazione dovrà convincersi che il rifacimento della strada in quella zona non può prescindere da una corsia per le biciclette che ora non è prevista. Ci chiediamo ancora una volta come uno dei principali servizi del territorio non contempli l’accesso con le bici.

Siamo certi che se avessimo maggiori risorse umane da dislocare più capillarmente – sottolinea ancora con forza Catania – conteremmo ancora più ciclisti, anche se 3.266 in due ore ci sembra un numero sufficiente per indurre il Comune a riflettere su quanto Pescara possa far diminuire inquinamento e pericoli in città limitando il traffico automobilistico e favorendo la mobilità ciclistica”.

Sii il primo a commentare su "Pescara: aumentano i ciclisti in città"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*