Pescara: abusa della figlia per 10 anni, condannato

Ha abusato della figlia per 10 anni. Un uomo di 46 anni è stato condannato dal tribunale di Pescara a dieci anni e quattro mesi di reclusione.

Avrebbe violentato per dieci anni la figlia, picchiandola e abusando di lei da quando aveva soltanto otto anni. Il Tribunale collegiale di Pescara ha condannato a dieci anni e quattro mesi di reclusione un uomo di 46 anni per violenza sessuale ai danni della figlia. L’imputato e’ stato condannato anche per maltrattamenti in famiglia, minacce di morte e offese rivolte anche alla moglie e alla figlia piu’ piccola. I giudici hanno anche revocato gli arresti domiciliari applicando, invece,  la misura cautelare in carcere. Il Tribunale ha, inoltre, stabilito che il padre orco dovra’ risarcire 70 mila euro alla figlia e 10 mila euro alla moglie. Il pubblico ministero Andrea Papalia  aveva chiesto una condanna a 16 anni. Il manovale avrebbe iniziato ad abusare della figlia nel 2005 quando con la scusa di accompagnarla dai nonni avrebbe costretto la bimba a subire rapporti sessuali. Una vicenda che si e’ interrotta solo il 26 maggio dello scorso anno quando la ragazzina e la madre, esasperate dall’ennesimo episodio di maltrattamenti, hanno deciso di denunciare tutto ai carabinieri.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Pescara: abusa della figlia per 10 anni, condannato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*