Pescara: smog alle stelle anche dopo divieti

Bildnummer: 53438586 Datum: 26.09.2008 Copyright: imago/blickwinkel rauchender Auspuff smoking exhaust BLWS179578 kbdig 2008 quer Abgas Auspuff Auto Automobil belasten Belastung Benzin Chemie und Biotechnologie Diesel Gas Geruch Gestank im Freien Kfz Kraftfahrzeug Luftverschmutzung Personenkraftwagen PKW Rauch rauchen Schaden schaedlich Staub stinken Treibstoff Umwelt Umweltbelastung Umweltverschmutzung Verkehr Oekologie Oelindustrie Querformat Luft Verschmutzung Strassenverkehr Feinstaub Feinstaubbelastung Russ Abgase Fahrzeug Fahrzeuge Autos Automobile PKWs Alltag Auto fahren Auto fahrend Autofahrer Qualm Dunst rauchend qualmend stinkend uebelriechend Symbolbild Symbolbilder Symbol Symbole Symbolik symbolisch Sinnbild sinnbildlich Schadstoff Schadstoffverordnung Umweltzone Katalysator Kat Energie Energieverbrauch Klimaaenderung Klimaveraenderung Klimawandel global change Klimawechsel Klima Treibhauseffekt Glashausprinzip Erderwaermung Klimaerwaermung Globale Erwaermung Globale Erderwaermung Globale Klimaerwaermung CO2-Ausstoss CO2 Ausstoss Kohlendioxid Kohlenstoffdioyid Stau Verkehrsstau Autoverkehr Berufsverkehr Rushhour Hautverkehrszeit Hauptverkehrszeiten Hauptverkehrszeit Feierabendverkehr CO2-Emission CO2 Emission Kohlenstoffdioxid air pollution burden car carbon dioxide carbon monoxide chemistry and biotechnology damage damaging diesel engine ecological ecology environment environmental condition environmental sustainability exhaust exhaust pipe fuel fume malodour oil industry outdoor petrol petrol industry petroleum industry pollute pollution pressure raw material reek smell smoke soils soot stench stink stinks strain temperature traffic horizontal format road traffic environmental pollution pollution of environment particulate particulates particulate matter PM exhaust emission exhaust gas vehicle vehicles cars autocar autocars automobiles passenger car passenger cars daily life everyday life driving car motorist motorists smoking reeking fuming foul-smelling stinking malodorous fetidness fetor malodor symbol picture symbol pictures symbols symbolism symbolisms symbolic energy energy consumption energy use power consumption climate change greenhouse effect global warming Carbon dioxid emission Carbon dioxid emmission traffic jam traffic jams traffic holdup traffic holdups rush hour commuter traffic office-hour traffic rush-hour traffic o0 Objekte Bildnummer 53438586 Date 26 09 2008 Copyright Imago Angle Smoking Exhaust Smoking Exhaust BLWS179578 Kbdig 2008 horizontal Gas Exhaust Car Automobile strain Load Gasoline Chemistry and Biotechnology Diesel Gas Smell Stench in Free Vehicle Motor vehicle Air pollution Passenger cars Car Smoke smoking Damage harmful Dust stink Fuel Environment Environmental pollution Environmental pollution Traffic Ecology Oil industry Landscape Air Pollution Road transport Fine dust Fine particulate pollution Russ Exhaust gases Vehicle Vehicles Cars Automobiles Cars Everyday life Car drive Car driving Motorists Smoke Vapor smoking qualmend fetid malodorous Symbol image Symbol Pictures symbol Symbols Symbolism symbolic Emblem symbolically Pollutant Pollutant Regulation Environmental zone Catalyst Cat Energy Energy consumption Climate Change Klimaveraenderung Climate change Global Change Climate change Climate Greenhouse effect glashaus principle Global warming klimaerwaermung Global warming Global Global warming Global klimaerwaermung CO2 Output CO2 Output Carbon dioxide Kohlenstoffdioyid Jammed Traffic jam Car traffic Professional services Rush Hour Skin rush hour Rush hours Rush hour Feierabendverkehr CO2 Emission CO2 Emission Carbon dioxide Air Pollution Burden Car Carbon Dioxide Carbon monoxide Chemistry and Biotechnology Damage damaging Diesel Engine Ecological Ecology Environment Environmental Condition Environmental Sustainability Exhaust Exhaust Pipe Fuel fume malodour Oil Industry Outdoor Petrol Petrol Industry Petroleum Industry pollute Pollution Sure Raw Material Reek Smell Smoke soils soot Stench Stink stinks Strain temperature Traffic horizontally Format Road Traffic Environmental Pollution Pollution of Environment particulate particulates particulate Matter PM Exhaust Emission Exhaust Gas Vehicle VEHICLES Cars autocar autocars Automobiles Passenger Car Passenger Cars Daily Life everyday Life Driving Car motorist Motorists Smoking reeking fuming Foul smelling stinking malodorous fetidness fetor malodor symbol Picture symbol Pictures Symbol Symbolism symbolism Energy Energy Consumption Energy Use Power Consumption CLIMATE Change Greenhouse Effect Global Warming Carbon Dioxide Emission Carbon Dioxide Emission Traffic Jam Traffic Jams Traffic holdup Traffic holdups Rush hour commuter Traffic Office hour Traffic Rush hour Traffic o0 Objects

A Pescara smog alle stelle con le temibili polveri sottili oltre i limiti, nonostante le misure e i divieti adottati dal Comune. L’Arta definisce l’aria “pessima”, in tre stazioni di rilevamento.

Anche a causa delle condizioni meteorologiche e dell’assenza di vento e precipitazioni, smog alle stelle, a Pescara, con le polveri sottili che hanno raggiunto quota 63 microgrammi per metro cubo. Tutto questo nonostante la misura del divieto di circolazione alle auto più vecchie di 15 anni nel centro del capoluogo adriatico, adottata dal Comune per far fronte all’emergenza smog, dopo gli oltre 40 superamenti registrati dall’inizio dell’anno.  Si conclude oggi lo stop alle auto vecchie e, in attesa dei dati sull’ultimo giorno del provvedimento, si registrano superamenti in tre giornate su quattro. I dati più critici sono quelli di ieri: livelli oltre i limiti e qualità dell’aria definita “pessima” dall’Agenzia regionale per la tutela ambientale (Arta) in tre stazioni, con Pm10 a 63 , 58 e 55 microgrammi. Le stazioni diventano quattro considerando l’area metropolitana pescarese e la centralina di Spoltore, che ha raggiunto i 61 microgrammi. Valori definiti “pessimi” anche martedì, con Pm10 a 51 microgrammi per metro cubo in una stazione, e mercoledì, con livelli oltre il limite in tre stazioni e un picco di 57 microgrammi. Il divieto di circolazione delle auto vecchie è arrivato dopo i numerosi superamenti registrati tra ottobre, novembre e inizio dicembre; 43, in totale, dall’inizio del 2015, per la sola centralina di via Sacco. Ora, l’amministrazione comunale sta valutando se adottare la misura delle targhe alterne.

Ma cos’è lo Smog? Lo spiega Legambiente.

Il termine “Smog” è nato negli anni ‘50 dalla fusione di smoke e fog per descrivere l’atmosfera invernale di Londra, in cui la nebbia si mescolava ai fumi derivanti dall’estensivo uso di carbone, sia per scopi industriali che per il riscaldamento domestico. Nell’inverno del 1952 la concomintanza di ingenti emissioni di fumi contenenti polveri incombuste, anidride solforosa e ossidi di azoto con un lungo periodo di inversione termica (fenomeno che impedisce la dispersione dei gas negli strati alti dell’amosfera) provocò sulla capitale inglese la formazione di una cappa velenosa. A questo evento fu attribuito il significativo aumento registrato in quei giorni della mortalità (4.000 persone) e di ricoveri per disturbi alle vie respiratorie. Oggi lo smog di tipo tradizionale si forma più raramente: l’industria e il riscaldamento utilizzano in modo più limitato il carbone mentre altri combustibili come il gasolio producono quantità minori di particolato.

Più preoccupante è un altro tipo di smog, detto fotochimico: la forma d’inquinamento più diffusa oggi nelle grandi città, che si verifica soprattutto d’estate e nei periodi d’alta pressione. Il suo indicatore chimico è l’elevata concentrazione di ozono a bassa quota. Un ruolo essenziale nel processo di formazione è svolto dalle radiazione solari, che innescano reazioni fotovolchimiche di trasformazione degli inqinanti primari. Nei grandi agglomerati urbani la sua principale causa è il traffico automobilistico, nelle aree non densamente urbanizzate le industrie, in particolare petrolchimiche. È nocivo alla salute umana (irritante per gli occhi, per le vie respiratorie e cancerogeno) ma anche per animali, piante ed ecosistemi acquatici. Per la sua acidità è in grado di corrodere edifici e monumenti. Contribuisce alla formazione dei gas serra come l’anidride carbonica, l’anidride solforosa e gli ossidi d’azoto.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Pescara: smog alle stelle anche dopo divieti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*