Perdonanza celestiniana, a L’Aquila Massimo Ranieri

Annunciata come un’edizione dedicata alla donna, per ora i grandi ospiti della 723° Perdonanza celestiniana a L’Aquila sono uomini: Massimo Ranieri e Mario Biondi.

In realtà quello di Ranieri è una specie di recupero, visto che il suo concerto, previsto l’anno scorso, è saltato a causa del terremoto di Amatrice. Ora il cantante-attore napoletano avrà l’occasione di proporre al pubblico aquilano, il 23 agosto, il suo spettacolo “Sogno e son desto”. Il concerto finale invece si terrà il 3 settembre, davanti alla Basilica di Santa Maria di Collemaggio; tra i protagonisti ci sarà anche il cantante italo-americano Mario Biondi. Il tema scelto Comitato Perdonanza per la 723ª edizione del giubileo aquilano voluto da Papa Celestino V è “La figura femminile nell’iconografia classica religiosa, la presenza e valorizzazione della donna nella famiglia e nella società, sia ai tempi di Celestino che nell’era contemporanea”.

La Perdonanza celestiniana dell’Aquila è candidata, per il 2017, a patrimonio immateriale dell’umanità, l’Unesco deciderà a dicembre 2018.
La ricorrenza religiosa lega il suo nome a Celestino V, Pietro Angeleri, e si celebra il 28 e il 29 agosto di ogni anno, quando può essere ottenuta l’indulgenza plenaria perpetua che il Papa concesse a tutti i fedeli la sera della sua incoronazione a Pontefice. La pergamena con l’indulgenza plenaria è custodita nella cappella blindata della Torre del Palazzo Civico. L’autenticità della Bolla del Perdono, messa in discussione varie volte, fu confermata da Paolo VI nel 1967. Prima di diventare Papa, Celestino era stato molti anni in completo eremitaggio nella grotta di Sant’Onofrio, sul monte Morrone.
Tra gli altri appuntamenti della Perdonanza ci sono , oltre al Jazz Italiano per L’Aquila che chiuderà il programma, il Percorso della Fiaccola da Sulmona a L’Aquila dal 17 al 22 agosto; la Festa dei Solchi organizzata dall’Associazione “Le Vie dello Zafferano”, con le date aquilane dal 23 al 29 agosto; le “Piazze Giovani”, con spettacoli, concerti e attività varie nel centro storico e in altre nove ambientazioni, come il Parco delle Acque; il Torneo della Pace, quadrangolare di calcio che vedrà in campo le squadre giovanili di Lazio, Roma, Fiorentina e Juventus.
La kermesse jazzistica inizierà il 2 settembre con il concerto ad Amatrice, poi si torna a L’Aquila, nei 18 luoghi scelti dal direttore artistico Paolo Fresu: cortili, piazze, chiese e teatri. Non mancheranno gli angoli dedicati ai prodotti del territorio, curati da “Tipici dei Parchi”. In occasione della 723° Perdonanza celestiniana Federalberghi L’Aquila predispone speciali pacchetti turistici.

Sii il primo a commentare su "Perdonanza celestiniana, a L’Aquila Massimo Ranieri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*