Penne: Confindustria e Comune insieme per il rilancio

Penne: Confindustria e Comune insieme per il rilancio dell’area industriale nell’area vestina, primo incontro ieri con il sindaco Semproni.

I vertici di Confindustria Chieti Pescara rappresentati dal Direttore Generale Luigi Di Giosaffatte e dal Consigliere Antonio Bianchini hanno incontrato ieri nella sede del Comune di Penne il sindaco Mario Semproni, l’assessore all’attività produttive, Gilberto Petrucci, l’assessore al commercio, Giuseppina Tulli, il presidente del Consiglio comunale, Antonio Baldacchini.
Al centro dell’incontro il rilancio dell’area industriale di Penne, situata in località Ponte di Sant’Antonio. Tra i principali obiettivi presentati ai rappresentanti di Confindustria ci sono la realizzazione della strada di accesso all’area industriale, l’esecuzione dell’appalto del depuratore e un pacchetto di agevolazioni fiscali per gli imprenditori che investono nell’area di località Ponte Sant’Antonio. Inoltre, la Regione Abruzzo, con l’intervento del Vice Presidente Giovanni Lolli, ha programmato di inserire il territorio comunale di Penne tra le aree di crisi non complesse (legge 181/89) per accedere alle procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore di programmi di investimento finalizzati alla riqualificazione delle aree di crisi industriali.

“È stato un incontro importante e proficuo con Confindustria e ciò testimonia – ha detto il sindaco Mario Semproni – come la nostra amministrazione comunale abbia particolare attenzione verso il mondo delle imprese; avvieremo ogni iniziativa per agevolare gli investimenti nell’area industriale di Ponte Sant’Antonio”. Per l’assessore all’attività produttive, Gilberto Petrucci, l’obiettivo “è presentare a breve un “patto per lo sviluppo”, un nuovo modello, nel quale inserire agevolazioni che stimoleranno le imprese a investire nell’area industriale di Penne. L’amministrazione comunale è impegnata a eliminare tutte le criticità che oggi impediscono di attrarre investimenti. A breve – conclude Petrucci – incontreremo i vertici di Brioni per riallacciare un rapporto da tempo interrotto”.

Soddisfatto anche il Direttore Generale di Confindustria Chieti Pescara Luigi Di Giosaffatte:

“Da anni la nostra, che è l’associazione più rappresentativa delle imprese sul territorio, si è impegnata per il rilancio delle aree interne e dell’area Vestina in particolare. Siamo consapevoli delle potenzialità ancora inespresse di questo territorio e il nostro compito è favorirne visione e rilancio. Mi riferisco sia alle attività manifatturiere che a quelle turistiche ed enogastronomiche, interessi che vengono tutti attenzionati e rappresentati dalla nostra Associazione. Da parte nostra – continua Di Giosaffatte – abbiamo assicurato al Comune la messa in campo di alcune misure di assistenza amministrativa e finanziaria per le imprese che intendono avviare nuovi investimenti sull’area industriale vestina. La medesima assistenza tecnica e specialistica verrà messa in campo per tutti i Comuni delle province di Chieti e di Pescara che avvieranno un piano di incentivi agli investimenti sulle proprie aree produttive debitamente attrezzate”.

Entro il mese di dicembre è stata programmata la firma dell’intesa tra Comune di Penne e Confindustria Chieti Pescara. Il consigliere di presidenza Antonio Bianchini si è dichiarato

“soddisfatto per l’approccio costruttivo che questa amministrazione ha messo in campo per far decollare l’area industriale più importante del Comune”.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.