Pedopornografia Abruzzo: quarantacinquenne in manette

pedopornografia polizia postale

Pedopornografia Abruzzo: un uomo di 45 anni è stato arrestato dalla polizia postale di Pescara per possesso di migliaia di video e foto su minori abusati o in atteggiamenti osè.

Gli agenti della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Pescara hanno arrestato un uomo di 45 anni, occupato in lavori saltuari, scapolo, trovato in possesso di una ingente quantità di materiale pedopornografico. Oltre 4000 immagini ed un centinaio di video in cui si vedono minori abusati oppure in atteggiamenti osè. Alcune delle vittime hanno meno di tre anni. L’arresto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri dopo una perquisizione domiciliare disposta dalla Procura della repubblica de L’Aquila, che ha coordinato le indagini . L’attività svolta dal Servizio Polizia Postale e delle Comunicazionie è frutto anche della cooperazione con organizzazioni internazionali impegnate nella lotta alla pedopornografia‘on-line’. Sono al vaglio degli investigatori gli elementi raccolti per individuare altre persone responsabili di analoghi abbietti crimini.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Pedopornografia Abruzzo: quarantacinquenne in manette"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*