Pedaggi A/24 e A/25: risoluzione per chiedere di sospendere i rincari

Il casello autostradale della A1 a Roma nord, in una immagine del 06 giugno 2006. Scattano da giovedi' aumenti su tutte le tratte autostradali e non solo per chi uscira' dai caselli che si affacciano su superstrade e raccordi Anas. A spiegarlo e' l'Anas in un comunicato nel quale si rileva che, in base alla manovra, saranno due i meccanismi di rincaro che scatteranno sulle autostrade dal primo luglio: oltre a 1 o 2 euro di maggiorazione per i caselli che interconnettono a tratte Anas che saranno sottoposte a pedaggio in futuro, e' previsto un ulteriore aumento da 1 a 3 millesimi di euro per chilometro su tutte le autostrade d'Italia. ANSA/MASSIMO CAPODANNO

La Commissione Territorio, Ambiente e Infrastrutture in Regione Abruzzo ha approvato una risoluzione in cui si chiede di sospendere i rincari dei pedaggi su A/24 e A/25.

E’ stata approvata all’unanimità dai presenti dalla seconda Commissione del Consiglio regionale “Territorio, Ambiente e Infrastrutture” ,presieduta dal consigliere del Pd Pierpaolo Pietrucci, una risoluzione nella quale viene chiesta di sospendere i rincari dei pedaggi autostradali sulle autostrade A24 e A25, che collegano il Lazio e l’Abruzzo. Hanno votato a favore tutti i gruppi di maggioranza e delle opposizioni ad eccezione del consigliere di Liberi e Uniti Leandro Bracco che non ha partecipato al voto.Sui rincari da settimane è partita una mobilitazione nei territori delle due regioni dove numerosi sindaci hanno promosso manifestazioni di protesta.

Nel documento si chiede al Presidente della giunta e al Presidente del Consiglio regionale di porre in atto “una strategia nei confronti del governo e degli enti preposti in due fasi: nel breve termine sospendere gli aumenti e individuare efficaci soluzioni per la riduzione per chi è maggiormente colpito, mentre nel medio e lungo termine adottare soluzioni volte alla riduzione dei costi di transito, come la declassificazione di alcuni tratti, un contributo da parte della fiscalità generale e il ritorno alla gestione pubblica della autostrade A24 e A25. Si tratta di atti importanti perché nella nostra regione lo sviluppo non può prescindere da fattori come l’efficacia e la sostenibilità delle connessioni infrastrutturali. Non ho nessuna intenzione di mollare, la mia tenacia sarà costante”.

Sii il primo a commentare su "Pedaggi A/24 e A/25: risoluzione per chiedere di sospendere i rincari"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*