Parcheggi Comune Pescara: “privilegi medioevali”

Parcheggi Comune Pescara: “privilegi medioevali” lo afferma Claudio Ferrante di Carrozzine determinate sui posti riservati in Piazza Italia.

Sono una sessantina i parcheggi riservati a consiglieri, assessori e funzionari intorno al perimetro di Piazza Italia tra il Municipio ed il Palazzo della Provincia, mentre i primi parcheggi per disabili sono distanti almeno 300 metri. Per molti di loro é praticamente impossibile accedere ai tanti uffici d’interesse pubblico presenti nella zona. Claudio Ferrante di “Carrozzine Determinate” sta portando avanti da tempo una battaglia, con il sostegno anche di alcuni esponenti del Consiglio Comunale, per riservare una quota dei 60 parcheggi ai disabili, ma anche, ad esempio, a donne in stato interessante:

“E’ impensabile che non si riesca a trovare una soluzione così semplice – dice Ferrante – basta razionalizzare la distribuzione dei posti e dedicarne una decina a noi disabili  che spesso siamo costretti a parcheggiare, se tutto va bene, a S.Andrea. E’ un privilegio medioevale per gente che pretende di parcheggiare sotto l’ufficio senza un minimo di considerazione per chi ha più bisogno. Insisteremo ancora in questa battaglia di civiltà con altre manifestazioni fino a quando il Comune non prenderà decisioni in tal senso.”

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Parcheggi Comune Pescara: “privilegi medioevali”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*