Palermo chiama Italia, Pescara risponde

Palermo-chiama-ItaliaPalermo-chiama-Italia

Palermo chiama Italia, Pescara risponde. Lunedì 23 maggio migliaia di studenti al Palazzetto Giovanni Paolo II per una manifestazione in ricordo dell strage di capaci nel suo ventiquattresimo anniversario.

Una manifestazione fortemente voluta dal Comune di Pescara per un progetto che coinvolge altre sette città italiane: Palermo, bari, Napoli, Barile, Roma. Milano e Gattatico e che da quest’anno sostituisce la nota manifestazione della nave della legalità, quando studenti provenienti da tutta Italia approdavano a Palermo per promuovere la cultura della legalità Quest’anno é Palermo che idealmente raggiunge tutta Italia grazie ad una rete d’iniziative organizzate dalla Fondazione Francesca e Giovanni Falcone, dal Ministero dell’Istruzione con l’altro patronato del Presidente della Repubblica ed il patrocinio del Senato. Lunedì mattina, dunque, migliaia di studenti provenienti da tutto l’Abruzzo, ma anche dal Molise e dalle Marche parteciperanno ad una grande giornata dedicata alla legalità e contro tutte le mafie e caratterizzata da performances allestite da vari Istituti Scolastici ed un collegamento in diretta dall’aula bunker dell’Ucciardone dove é in programma la maratona televisiva della Rai. A fare gli onori di casa gli studenti dell’Istituto Alberghiero De Cecco di Pescara, mentre un grande contributo é stato offerto dal noto Premio Borsellino nelle persone di Leo Nodari, Oscar Buonamano e Gabriella Sperandio grazie alle quali saranno presenti a Pescara l’ex procuratore capo anti mafia Francesco Forgione ed il giornalista delle Iene Pietro Sparacino. Inizio dell’evento alle 9.30

Sii il primo a commentare su "Palermo chiama Italia, Pescara risponde"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*