Operazione Adriatico: prime condanne al 416 bis in Abruzzo

Operazione Adriatico: prime condanne al 416 bis in Abruzzo nell’ambito del maxi processo a carico del clan di Lorenzo Cozzolino a Vasto.

38 udienze, 84 indagati, 29 imputati, ma soprattutto 25 condanne nei confronti di una pericolosa associazione criminale che per un decennio ha spadroneggiato a Vasto nel mercato degli stupefacenti. Stamane la Conferenza stampa al Tribunale di Vasto per rendere pubbliche le motivazioni ad una sentenza definita storica, in quanto prima in Abruzzo per quel che riguarda il 416 bis, ovvero l’associazione a delinquere di stampo mafioso. Una complessa operazione condotta dalla Distrettuale Antimafia de L’Aquila, in collaborazione con la Procura di Vasto che nel febbraio del 2014 portò all’arresto di una ventina di persone, tra cui Lorenzo Cozzolino, elemento apicale di una fazione scissionista del clan camorristico “Vollaro”, trapiantato in Abruzzo ed in particolare a Vasto da dove, in breve tempo, é riuscito ad allestire una ramificata organizzazione criminale dedita al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Un’organizzazione talmente capillare che nel giro di 10 anni é riuscita a conquistare il monopolio su Vasto e dintorni, spazzando via la concorrenza attraverso, anche, una ventina di attentati a cose e persone.

Sii il primo a commentare su "Operazione Adriatico: prime condanne al 416 bis in Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*