Operaia risarcita dalla Sevel Atessa

sevel

Un’operaia, che era stata spostata ed era rimasta senza mansioni, dovrà essere risarcita dalla Sevel Atessa : L’azienda condannata dal tribunale di Lanciano.

Il tribunale di Lanciano ha condannato la Sevel di Atessa a risarcire un’operaia per averla demansionata poichè ,a causa di una patologia, la donna non poteva indossare scarpe antinfortunistiche. Era stata per un periodo lasciata senza mansioni e questo le ha provocato depressione e stress ,con conseguenze anche sulla sua vita familiare e sociale. La dipendente ,assunta a tempo indeterminato, si è rivolta alla magistratura. Soltanto in seguito è stata munita di scarpe anti-infortunistiche adatte alla sua patologia. L’azienda è stata condannata ad un risarcimento di 15 mila euro per aver creato un danno professionale ed una invalidità ad una dipendente.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

1 Commento su "Operaia risarcita dalla Sevel Atessa"

  1. gilgamesh ninive | 21/07/2016 di 09:15 | Rispondi

    E si.. bravo avvocato, bravo giudice.. che avete risarcito questa persona. Dopotutto immagino non abbia fatto nulla. A volte un’azienda sclera e così a casaccio mente in difficoltà qualche lavoratore. Ah che imprudenti queste aziende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*