Omicidio Montesilvano: chiuso il ristopub “BirraMi”

In seguito all’omicidio di Antonio Bevilacqua a Montesilvano sono stati chiusi il ristopub “BirraMi” e la sala slot “Serenagames” di via Verrotti.

In seguito all’omicidio di Antonio Bevilacqua a Montesilvano dovranno rimanere chiusi per la durata di 60 giorni, in seguito al provvedimento, disposto dal Questore di Pescara Francesco Misiti, il ristopub “BirraMi” e la sala slot “Serenagames” di via Verrotti. La decisione e’ scaturita dalla proposta di sospensione delle attivita’ commerciali – ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza ,avanzata dai carabinieri di Montesilvano. Proprio all’interno del ristopub BirraMi si trovava Antonio Bevilacqua , il ventunenne ucciso con un colpo di fucile nella notte tra venerdi’ e sabato scorsi. I due locali erano gia’ stati oggetto di costanti e frequenti controlli da parte dei militari dell’Arma, che avevano accertato e documentato la presenza di avventori con precedenti di polizia e già coinvolti in vicende giudiziarie. I locali, in questione, erano diventati luoghi di aggregazione di persone in grado di determinare un allarme sociale.  Intanto, proseguono le ricerche di Massimo Fantauzzi, il quarantaseienne di Montesilvano ritenuto il presunto assassino di Antonio Bevilacqua, che ha fatto perdere le sue tracce dalla notte del delitto.

Sii il primo a commentare su "Omicidio Montesilvano: chiuso il ristopub “BirraMi”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*