Omicidio Giulianova: Di Silvestre torna in carcere

Torna in carcere Dante Di Silvestre , il caldaista accusato dell’omicidio di Paolo Cialini avvenuto a Giulianova.

Era stato scarcerato per un difetto di notifica ma ora torna in carcere  Dante Di Silvestre, il caldaista 60enne di Giulianova accusato dell’omicidio di Paolo Cialini, il tecnico informatico accoltellato in via Verdi a Giulianova sotto gli occhi della figlia di 6 anni della vittima. Il gip ha firmato una nuova ordinanza di custodia cautelare, con l’uomo sottoposto ad un nuovo interrogatorio di garanzia. Di Silvestre, assistito dagli avvocati Nadia Baldini e Gennaro Lettieri, era stato scarcerato ieri mattina per la mancata notifica a uno dei suoi due legali della fissazione del riesame. L’uomo deve rispondere di omicidio volontario aggravato.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Omicidio Giulianova: Di Silvestre torna in carcere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*