Nonno spacciatore: Pensione integrativa con la droga

Nonno spacciatore: Pensione integrativa con la droga. Ha dell’incredibile la storia che giunge da Pescara dove un arzillo 79enne é stato deferito all’Autorità Giudiziaria per detenzione e spaccio di cocaina.

L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine, dopo una vita irreprensibile da agente di commercio di biancheria, una volta andato in pensione all’età di 65 anni e rimasto vedovo, ha pensato bene di reinventarsi come spacciatore di cocaina, frequentando locali notturni, curando in maniera particolare il proprio abbigliamento e andando in giro con una fiammante Mercedes. Nei giorni scorsi, nel corso di un’operazione finalizzata alla prevenzione e alla repressione di traffico di sostanze stupefacenti, gli uomini della Mobile di Pescara in collaborazione con i colleghi di Teramo, hanno fermato l’arzillo 79enne e a seguito di  una perquisizione personale e domiciliare sono stati rinvenuti 6 involucri in cellophane di colore bianco contenenti cocaina per un peso complessivo di 17 grammi. In considerazione del quantitativo di sostanza stupefacente rinvenuta, l’uomo é stato semplicemente deferito all’Autorità Giudiziaria.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Nonno spacciatore: Pensione integrativa con la droga"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*