Nasce la Società Italiana della Scienza e dell’Ingegneria

Nasce la Società Italiana della Scienza e dell’Ingegneria per promuovere, favorire e tutelare la diffusione della cultura scientifica, in tutti i suoi campi, con azioni sinergiche che si basano sulle competenze delle diverse personalità del mondo della scienza e delle istituzioni.

A presentare gli obiettivi e le attività in itinere, nella sede della Regione Abruzzo a Pescara, l’ingegnere Davide Cavuti, direttore della “Società Italiana della Scienza e dell’Ingegneria”, il  professore Gianfranco Totani e l’ingegnere Giuseppe Zia, componenti del “Comitato Scientifico” del SIdSI, insieme all’ assessore regionale con delega all’Università Marinella Sclocco.

Il direttore Cavuti spiega che “La Società Italiana della Scienza e dell’Ingegneria è nata con lo scopo di diffondere la cultura scientifica, in tutti i suoi campi ed ha la sede operativa del “Comitato Scientifico” all’interno del “DICEAA – Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile-Architettura, Ambientale” dell’Università dell’Aquila , presso il Polo Universitario di Roio. Il Comitato Scientifico è composto da un gruppo di lavoro che annovera tra le sue fila docenti universitari, ricercatori, studiosi, cultori delle materie scientifiche e non, manager d’azienda e professionisti. Il programma delle attività 2018-2019 ha lo scopo di promuovere, favorire e tutelare la diffusione della cultura scientifica, in tutti i suoi campi, con azioni sinergiche che si basano sulle competenze delle diverse personalità del mondo della scienza e delle istituzioni. L’obiettivo principale è quello di creare un rapporto diretto con un ampio pubblico ed in particolare con i giovani.

Per attuare il programma, la “Società italiana della Scienza e dell’Ingegneria” si avvale di collaborazioni con Università italiane e straniere, Ordini professionali, Centri di ricerca, Associazioni di categoria, Istituzioni pubbliche e private, Industrie, Scuole di ogni ordine e grado, ed Enti e Istituti culturali di varia natura, per realizzare programmi comuni di ricerca e di studio, aderendo ad iniziative volte a soddisfare le esigenze espresse nel territorio nazionale.  La sfida che il SIdSI lancia  sarà diretta alla creazione di sistemi che siano più performanti secondo i paradigmi tipici della sostenibilità attuati attraverso l’azione integrata del mondo della ricerca universitaria, degli ordini professionali e delle industrie.Per quanto attiene l’attività di ricerca, saranno cinque i progetti che verranno implementati: “Sicurezza sismica delle costruzioni e del territorio”; “L’Idrogeno, opportunità per la mobilità del futuro”; “Azienda 4.0 e Sistemi integrati per l’efficienza della produzione industriale”; “Economia e Ingegneria del Mare “, “Formazione”. È stata individuata la parola chiave “Five S” prendendo spunto dalle “Cinque S” che sono le fondamenta del metodo di ottimizzazione dei processi industriali, applicato attraverso il miglioramento continuo strutturato, nelle aziende moderne e prerogativa della sostenibilità aziendale: le “Five S” del SIdSI sono declinate come Sostenibilità, Società, Scienza, Salute, Sicurezza. L’appuntamento con il convegno internazionale, dal titolo “Sostenibilità: la sfida per l’efficienza energetica”, è previsto nel mese di novembre 2018 e vedrà la partecipazione di Università italiane e straniere e degli Ordini Professionali “.

 

In una nota si legge che “Il Consiglio Nazionale di Presidenza del “SIdSI” ha inoltre autorizzato la pubblicazione degli atti relativi al convegno “Sostenibilità ambientale, economica e sociale” e programmato le attività volte alla diffusione del sapere scientifico con il presupposto di coniugare la cultura scientifica con le attività dei giovani sensibilizzandoli e avvicinandoli ai vari insegnamenti universitari e post-universitari e non solo. Per le attività in itinere, il “Comitato Scientifico” del SIdSI vede la presenza di autorevoli esponenti del mondo accademico e delle professioni: il Prof. Enzo Chiricozzi (già Prorettore delegato per il placement universitario e per i rapporti con il mondo del lavoro e Professore Emerito di “Macchine elettriche”), il Prof. Gianfranco Totani (Docente di “Ingegneria Geotecnica” all’Università dell’Aquila e membro della “International Society of Soil Mechanics and Geotechnical Engineering”), il Prof. Angelo Luongo (Docente di “Scienza delle Costruzioni”all’Università dell’Aquila e Direttore del “Dipartimento di Ingegneria Civile Edile-Architettura, Ambientale”), il Prof. Costanzo Manes (Docente di “Robotica Industriale”, Presidente del Corso di Laurea in “Ingegneria Informatica e Automatica” e ricercatore presso lo “IASI-CNR” a Roma), il Prof. Daniele Zulli (Docente di “Scienza delle Costruzioni” all’Università dell’Aquila), l’Ing. Giuseppe Zia (già membro del “Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Ingegneri” e del “Continuing Professional Development Committee” del “F.E.A.N.I.”) e l’Ing. Davide Cavuti (Direttore del SIdSI e Docente del corso professionalizzante di “Ingegneria del miglioramento continuo” all’Università dell’Aquila). Sito web ufficiale: http://www.sidsi.it/”

Sii il primo a commentare su "Nasce la Società Italiana della Scienza e dell’Ingegneria"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*