Morte Giulia Di Sabatino: Ad un passo dalla svolta?

giuliadisabatinogiuliadisabatino

Morte Giulia Di Sabatino: Ad un passo dalla svolta? Certamente ad inizio prossima settimana, quando giungeranno da Roma i risultati delle analisi del Ris, le indagini prenderanno un indirizzo preciso sia in un senso che nell’altro.

Del resto che la 19enne di Tortoreto si sia volontariamente lasciata cadere dal cavalcavia sull’A14 il giorno del suo compleanno, lo scorso agosto, non ci credono i suoi familiari e, stando al lavoro degli inquirenti, non ci crede nemmeno poi tanto anche la Procura che ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di istigazione al suicidio. Quelli che sono attesi, tra venerdì e martedi prossimi, sono in particolare  accertamenti sui cellulari della vittima e dell’ormai noto ragazzo con la Panda Rossa, l’ultimo ad aver visto Giulia quella sera ed indagato, per questo, come atto dovuto. Attesa anche la risposta sul Dna estrapolato dal liquido seminale le cui tracce sono state trovate sulle mutandine di Giulia, mentre al massimo martedì dovrebbero arrivare anche i risultati degli esami tossicologici effettuati sui resti del corpo della giovane, dilaniato dalle auto in transito a quell’ora di notte sull’autostrada. Passaggio, quest’ultimo, ancora più importante perchè potrebbe dare conferma alla tesi della famiglia, ovvero che Giulia quella sera sia stata indotta a drogarsi. Il 25enne, al momento non unico indagato, visto che sul registro é segnato, sempre come atto dovuto, il nome di un 41enne che avrebbe accompagnato Giulia quella sera con lo scooter fino alla stazione, ha mostrato piena collaborazione concedendo di sua iniziativa il proprio Dna ed ha ribadito la sua versione: ovvero che quella sera avrebbe passato qualche ora con Giulia, con la quale avrebbe avuto anche un rapporto sessuale e poi l’avrebbe accompagnata sul cavalcavia dove la giovane, gli avrebbe detto, aveva un appuntamento con amici. Intanto i Pm Scordamaglia e Rosati hanno ascoltato, nei giorni scorsi, in qualità di persona informata sui fatti, Vanessa Di Sabatino, la sorella di Giulia, per capire meglio la natura del rapporto tra la vittima ed il 25 enne della Panda Rossa. In ogni caso, tempo una settimana, si conoscerà qualche risposta in più su un mistero che sta angosciando l’intera opinione pubblica e di cui si parlerà ampiamente, con contributi e testimonianze, nel corso della rubrica “In Cronaca” su Rete8 nella giornata di venerdì 11 febbraio prossimo.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Morte Giulia Di Sabatino: Ad un passo dalla svolta?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*