Montesilvano: convenzione tra Comune e Dog village

dog villagedog village

A Montesilvano siglata una convenzione tra Comune e Dog village per favorire l’adozione dei cani e gatti abbandonati.

Fare in modo che il canile sia una tappa transitoria in vista dell’adozione del cane o del gatto.  E’ quanto prevede la convenzione sottoscritta dal Comune di Montesilvano  con il Dog Village, l’associazione Protezione Animali. Il sindaco Francesco Maragno  ricorda che il Dog village  gestisce l’immobile lungo via Aldo Moro, nel quale dagli anni ’90 esiste una struttura che ha operato come centro di adozione di cani e gatti.

Il primo cittadino afferma che “Nei mesi scorsi, il dirigente del settore Amministrativo ha predisposto i documenti necessari all’ottenimento dell’autorizzazione sanitaria e di agibilità dell’edificio. Oggi siamo giunti quindi alla sottoscrizione di una convenzione ufficiale con il Dog Village, con la quale affidiamo la gestione della struttura e le attività relative al controllo del randagismo sul territorio, che resteranno sempre in collaborazione con la Polizia Locale. Nella convenzione viene stabilito che il gestore fornirà il necessario arredo e le attrezzature per l’espletamento delle attività. La struttura resterà aperta al pubblico dal lunedì al sabato dalle 16 alle 19:30 e dalle 12 alle 16 nella domenica e nei giorni festivi “.

La presidente del Dog Village, Carmelita Bellini dice che è una convenzione fortemente innovativa poiché fondata sul concetto che il canile deve essere considerato un luogo di transito dove il cane viene preparato all’adozione.

La presidente Bellini afferma che “Con il protocollo infatti viene incentivata l’adozione dei cani. Il Dog Village ha dimostrato con i fatti come sia possibile superare la visione classica di canile, inteso come luogo per soddisfare solo i bisogni vitali dell’animale: mangiare, bere e avere un tetto”.

Il vicepresidente del Dog village Gabriele Bettoschi ricorda che l’associazione, che oggi cura circa 120 animali, nel 2014, su 171 cani entrati ne ha restituiti 66 ai proprietari e ne ha dati 82 in adozione; nel 2015 su 129 entrati in struttura, 56 sono stati adottati e 60 restituiti ai proprietari. Secondo le relazioni fornite dall’associazione, che conta circa 25 volontari attivi, tali numeri producono una percentuale di adozioni e restituzioni pari a circa l’80-90%.

Bettoschi riferisce che “La centralità del Dog Village  consente un contatto diretto tra l’associazione e la collettività. Il Dog Village è, infatti, l’unico canile in Abruzzo, all’interno del centro cittadino. Un luogo accessibile a tutti che rimane aperto 24 ore su 24 per offrire immediato servizio d’emergenza. I cittadini possono vedere con i loro occhi l’attenzione e la cura con le quali viene gestito il centro adozioni. L’obiettivo primario è quello di affidare responsabilmente gli animali a nuovi proprietari. Per farlo, infatti, prepariamo il cane avvalendoci anche di educatori cinofili. Per i suoi elevati standard di qualità, la struttura è stata inserita tra i migliori “canili” d’Italia”.

dog village 2

dog village 2

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Montesilvano: convenzione tra Comune e Dog village"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*