Montesilvano: Ascensore rotto, invalido chiuso in casa

Montesilvano: Ascensore rotto, invalido chiuso in casa negli alloggi popolari di Via Lazio. Si tratta di un 70enne costretto da tre anni a restare chiuso nel suo appartamento. Riparato tre settimane fa l’ascensore é stato ancora danneggiato.

L’uomo ha lanciato un appello al Comune di Pescara che gestisce all’interno dello stabile 44 alloggi, al suo fianco anche l’associazione “Carrozzine Determinate” con il presidente Claudio Ferrante che oltre al problema dell’ascensore segnala anche la necessità di eliminare due gradini sul marciapiede e sul portone d’ingresso che creano di fatto una barriera architettonica, mentre la prossima settimana l’uomo dovrà subire, tra l’altro, anche l’amputazione del piede e ad oggi non sa come raggiungere l’ospedale:

“Chiediamo all’assessore alle politiche della casa Adelchi Sulpizio – dice Ferrante – di far abbattere le barriere architettoniche esistenti, così come é necessario ed urgente farsi carico della situazione relativa all’accessibilità dell’ascensore”

 

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Montesilvano: Ascensore rotto, invalido chiuso in casa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*