Montagna Abruzzo: nuove regole e vecchi consigli

palazzoemicicloaq

L’Abruzzo sarà la prima regione italiana a dotarsi di una legge sulla montagna. Presto sarà discussa in consiglio regionale.

L’Abruzzo sarà la prima regione in Italia a dotarsi presto di una legge per la montagna che valorizza e mette in sicurezza tutti i sentieri, le pisce ciclabili, le pareti rocciose, i percorsi di canoing e i fuori pista invernali. L’iniziativa ,sostenuta dai consiglieri regionali Pierpaolo Pietrucci e Luciano Monticelli , nasce dal basso, da richieste in qualche modo che arrivano dia cittadini che amano la montagna e coinvolge come diretti interessati gli esperti, come le guide alpine e di media montagna e gli operatori del soccorso alpino. Testimone d’eccezione Gustavo Thöeni, campione olimpico nello slalom gigante e quattro volte Medaglia d’Oro ai Campionati mondiali con i colori dell’Italia. La proposta di legge – che si chiama “Reasta ” (Rete Escursionistica Alpinistica Speleologica Torrentistica Abruzzo) – sarà discussa in consiglio regionale entro la fine di maggio – e punta anche sulla formazione e l’informazione per un uso più consapevole della montagna. ll provvedimento stabilisce anche la compartecipazione alle spese di soccorso in caso di imperizia degli utenti e principi di comportamento in montagna.

Il Video:

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "Montagna Abruzzo: nuove regole e vecchi consigli"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*