Mons Forte su richiamo della Ceam ai Neocatecumenali

forte-bruno11

Pubblico richiamo nei confronti dei responsabili del Cammino Neocatecumenale da parte della Ceam , presieduta dall’arcivescovo di Chieti-Vasto Forte.

L’arcivescovo metropolita di Chieti Vasto, monsignor Bruno Forte, presidente della Ceam spiega che l’autorizzazione da parte dei vescovi è un passaggio “decisivo di ogni missione ecclesiale”. Non averla chiesta è costato ai responsabili del Cammino Neocatecumenale un pubblico richiamo dei vescovi della Conferenza episcopale abruzzese e molisana. Il movimento nella Chiesa cattolica che vuol rendere visibile un nuovo modo di vivere il vangelo avrebbe iniziato la missione tra i fedeli delle diocesi delle due regioni senza essere passato prima dal vescovo locale .

Monsignor Bruno Forte spiega che ciò ha suscitato “la comprensibile confusione nei parroci e sospetto nel popolo di Dio. Diversi parroci  hanno segnalato a vari vescovi il disagio prodotto in questi giorni dal fatto che alcune persone, presentatesi a due a due, a volte anche come seminaristi o presbiteri, sono andate nelle loro Parrocchie asserendo di essere stati mandati ad evangelizzare come facevano i primi discepoli del Signore. Come vescovi chiediamo che ogni iniziativa missionaria proposta da aggregazioni e movimenti ecclesiali si svolga sempre e solo dopo previa autorizzazione e su esplicito mandato del vescovo locale, che ne informerà i suoi sacerdoti, onde evitare il rischio di correre o aver corso invano nel servizio del Vangelo, perché ad evangelizzare non sono i singoli in quanto tali, ma la Chiesa come comunità unita sotto la guida dei pastori e in piena comunione con loro”.

1 Commento su "Mons Forte su richiamo della Ceam ai Neocatecumenali"

  1. Kiko Arguello | 08/09/2017 di 07:07 | Rispondi

    Ma chi se ne frega, comandiamo noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*